News

Aggiornamento di stato

E poi succede che ci viene voglia di salutare la nostra bella Italia.
Succede che a luglio abbiamo ricevuto una multa di 5.176€ perchè i vigili ci hanno colto in flagranza di reato a vendere una bottiglia d'acqua, con regolare scontrino, ma incompatibile con la licenza di artigianato. Pensiamo sia stato ingiusto, e allora presentiamo regolare ricorso.

Succede che ieri si ripresentano i vigili urbani e fanno altri 5.176€ di multa perchè oltre alla nostra pasticceria ancora ci ostiniamo a vendere questa fantomatica acqua minerale. Ma il colmo è che i vigili non hanno mai ricevuto dal comune la copia del ricorso e di conseguenza ci hanno consegnato il verbale di CESSAZIONE ATTIVITÁ.
Ci hanno obbligato a chiudere la gelateria-pasticceria-creperia perchè siamo stati dei fuorilegge a vendere delle bottiglie d'acqua.
Il tutto senza nemmeno attendere il parere (a noi favorevole) di un giudice. Noi, e i dipendenti, a casa per l'assurda burocrazia Italiana.

Però dagli extracomunitari a 10 metri che vendono TUTTO in maniera illegale nemmeno ci entrano. E a noi, oltre alla tassazione folle, ci trattano come dei banditi, degli evasori, dei fuorilegge. La vergogna è che non vengono come organo di controllo, e nel caso di negligenze, ti intimano a risolvere entro 30 o 60 giorni. Escono giá come organo punitivo e tu ti trovi con 10.000€ di multa, non per un laboratorio che è splendente, non per il magazzino in ordine o le norme igieniche rispettate, ma per un capriccio. Vergogna.

E tutto succede mentre insieme agli altri commercianti della zona abbiamo costituito un comitato per cercare invano di evitare la chiusura totale di 397 attivitá, che purtroppo avverrá dal prossimo febbraio, quando per colpa dei lavori della nuova M4, tutta la via Lorenteggio e le strade fino a Parco Solari, saranno TOTALMENTE interdette al traffico veicolare e a tratti anche pedonale fino al dicembre del 2022.

L'assessore ci ha risposto che abbiamo semplicemente investito male, che da anni si parlava di questo progetto. Ben venga lo sviluppo, ma chiudere in un solo colpo 3,5 km di strade principali a 3 mesi da Expo è follia allo stato puro. Ma d'altronde, se non iniziano i lavori prima di Expo (sarebbero dovuti finire...) non prendono i contributi economici. Chissá se li pagano in bottigliette d'acqua.

Noi però continuiamo a pagare le folli tasse, anche con la gelateria chiusa.

Grazie, e cosí che facciamo ripartire l'Italia.